Costanza Gallo
Insegnante di Canto

Si diploma con merito in canto lirico presso L’Istituto Superiore di Studi Musicali  “Achille Peri” di Reggio Emilia sotto la guida del maestro Mauro Trombetta, contemporaneamente studia pianoforte principale nello stesso Istituto.

Successivamente si perfeziona presso l’Accademia Universale del Belcanto sotto la guida del soprano Mirella Freni.

Parallelamente si laurea in scienze dei beni culturali presso l’Università di Modena e Reggio Emilia e consegue successivamente la laurea magistrale in antropologia culturale ed etnologia presso l’Università di Bologna con una tesi sull’antropologia dell’educazione.

Da giovanissima debutta nel ruolo di Zerlina nel Don Giovanni di Mozart e successivamente nel Trittico di Giacomo Puccini nel ruolo di Suor Genovieffa e Nella.

Nelle stagioni 2011 e 2012 lavora presso il Teatro “Carlo Felice” di Genova nelle produzioni: Die Zauberflöte, Oz on the road (Dorothy) e Bohème (Musetta).

Dal 2012 si specializza presso il Conservatorio di Nizza in Art Lyrique sotto la guida di Elizabeth Vidal. Inizia da qui una duratura collaborazione con Le Centre d’Art Lyrique de la Méditerranée  come soprano solista, prendendo parte a numerosi concerti e produzioni presso i più importanti teatri della Costa Azzurra tra i quali l’Opéra di Nizza, Teatro Anthea di Antibes e l’Opéra di Toulon.  La carriera artistica spesso la vede impegnata anche in prime esecuzioni di autori contemporanei: fra i più importanti “Il processo” di Alberto Colla, “Un sogno fatto a Praga” di Mino Marani, “Polifonia per Rosa” di Maurizio Ferrari, “De’relitti e delle quarantene” di Mario Menicagli.

Sin dall’età adolescenziale si interessa di didattica musicale e vocale; figlia d’arte segue sua madre Marta Lassen (pedagogista argentina molto stimata in Italia) nei vari seminari e corsi di aggiornamento in Italia e all’estero. Entra in contatto con grandi nomi della pedagogia musicale:  Judith  Akoschky, Mario Videla, Miguel Lladò, Annamaria Freschi, Ester Seritti, Olivia Concha e Annibale Rebaudengo.

Queste vicissitudini la portano ad intraprendere, appena diplomata, il percorso di didatta in materia di propedeutica musicale ed avviamento strumentale per diversi Istituti Statali e paritari.

Ha diretto per quattro anni il coro di voci bianche dell’istituto “Achille Peri” di Reggio Emilia  ed è stata preparatrice vocale e voce solista del coro dell’Università di Modena e Reggio Emilia.

Dal 2010 è membro dello staff e successivamente direttore e preparatore vocale della società statunitense “Sounds of Hope Ltd” con sede a St. Paul (Minnesota, USA) che coinvolge ogni anno più di 70 bambini e ragazzi provenienti da tutto il mondo.

Dal 2014 insegna avviamento strumentale presso il Conservatorio “Vecchi-Tonelli” di Modena e ne dirige il coro di voci bianche, preparandolo per diverse produzioni tra le quali Brundibàr, Al’s Adventures in Wasteland, I care, Il re che doveva morire.

Da quattro anni è direttrice artistica del progetto “Matilda Italian Academy” per la sezione di Modena in collaborazione con “TodoModo MusicALL” e la “Royal Shakespeare Company” di Londra, lavorando come vocal coach nella produzione nazionale del musical “Matilda”.

Dirige sin della sua costituzione, nel 2016, il coro di voci bianche del Teatro “Romolo Valli” di Reggio Emilia con cui ha all’attivo già diverse produzioni operistiche e concertistiche.